I coraggiosi davanti alla tivù

di Marco Lombardo
Le scuse private di Mourinho, posti di lavoro interisti e la solita associazione a delinquere.

1. Il gruppo dei grandi ex del club “simpatia Mourinho” ormai è sul piede di guerra. E premesso che quando si passa agli insulti si passa anche dalla parte del torto, i nostri irriducibili hanno scelto di non presenziare alla conferenza stampa in cui il Grande Antipatico si è esibito in un “ho sbagliato” che ricordava i bei tempi di Fonzie in Happy Days. Mourinho insomma ha sbagliato ma si scusa solo in privato, i Nostri grandi ex hanno catalogato il tutto con un “non si scusa” all’unisono, perché ovviamente il branco ha sempre più coraggio del lupo solitario. Su una cosa però Mourinho ha avuto ragione: “Accetto che qualcuno dei vostri colleghi non sia venuto a parlare con me, spero però che non siano davanti alla tv per scrivere lo stesso il pezzo per il loro giornale. Sarebbe mancanza di personalità”. Ovviamente questa oggi risulta essere la solita provocazione di Mourinho. Al quale, tra l’altro, prima della condanna a mezzo stampa nessuno si è sognato di chiedere la sua versione dei fatti. Avrebbero potuto almeno chiamarlo, ma già: non hanno il numero di telefonino…
2. Solidarietà al collega Ramazzotti, insomma: beccarsi insulti gratis non è gradevole. Di sicuro qualcuno non ha fatto la cosa giusta se è vero che il collega era autorizzato a stare lì ma anche che Mourinho aveva detto da tempo che lì non voleva nessuno. Insomma, chi ha sbagliato davvero? Ma tranquilli: non pagherà nessuno. Al massimo si creeranno nuovi posti di lavoro.
3. Noi che non molliamo sulla lingua italiana e che non riusciamo ancora a digerire gli “uscito fuori” (c’è forse qualcuno che esce dentro?) dei colleghi della tv, ci indigniamo ogni volta che si legge di un processo sui giornali. Ad esempio Calciopoli, per il quale la condanna di Antonio Girando è stata rubricata con l’abituale “associazione a delinquere” (che sarebbe “per”). Ovvero moto a luogo che si può tradurre così: io mi associo con altri per andare a delinquere da qualche parte. Ma in effetti è giusto così: in fondo alcuni colleghi per uccidere l’italiano di solito si recano nelle loro redazioni.
Marco Lombardo

Annunci



    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: