Il muro di Francoforte

Qualche anno fa Arsene Wenger rispose così a chi criticava il suo Arsenal quasi totalmente privo di giocatori inglesi: ”Il cuore di una squadra sono i suoi proprietari e soprattutto i suoi tifosi, sono loro che devono essere attaccati alla maglia e al territorio. Noi in campo andiamo e veniamo”. Non è più così nemmeno per l’Arsenal, visto che nel frattempo il principale azionista è diventato l’americano Stan Kroenke: proprietario di mille cose e tante squadre: i Denver Nuggets della Nba, i Colorado Rapids della Mls, i Colorado Avalanche Nhl, una quota dei Rams Nfl). Però il concetto è valido, per chi lo vuole comprendere. Per questo ieri la Lega tedesca ha deciso ufficialmente di fare muro contro possibili acquirenti stranieri di sue società. L’assemblea tenutasi a Francoforte ha infatti respinto quasi all’unanimità le richieste dell’Hannover di rivedere la norma del ‘50% più uno tedesco’ che in paesi con un’etica pubblica più cialtrona sarebbe peraltro facilmente aggirabile. Senza mezzi termini il presidente del Borussia Dortmund e gallianamente anche della Bundesliga, Reinhard Rauball, ha spiegato il perché di un voto apparentemente autolesionistico. Perché meno possibili acquirenti significa anche minor valore della società: ”Forse perderemo dei soldi, ma non vogliamo che la Russia o l’Asia controllino il calcio tedesco, che ha costruito il suo successo sull’identificazione con i tifosi. Stabilità, continuità, umanità: la Bundesliga è questo, non ci importa se altri hanno più soldi. A parte il fatto che non vedo tutte queste leghe più ricche di noi”. L’Inghilterra invece si sta gradualmente vendendo (spesso al nemico), mentre in Italia il problema è giustamente meno sentito: quelli veri stanno alla larga da un mondo senza regole, pronto però a credere e a far indossare sciarpe ai Barton, ai Tacopina ed ai Taci. Non sappiamo difendere la nostra identità, ma siamo fortunati perché nessuno la vuole.

Advertisements



    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: