Seedorf che si paga l’albergo

Una delle tre cose che diciamo sempre al bar, ripetendo poi gli stessi concetti per lavoro (?), è che il Milan degli ultimi sette anni ha giocato le sue migliori partite quando ha avuto un Clarence Seedorf in forma accettabile e che invece ha deluso con lui assente o presente per onore di firma. Interessante è però anche il modo in cui i giornalisti embedded lo trattano, indicativo dei rapporti del momento fra Galliani ed Ancelotti (anzi, Ancellllotti con quattro elle, come lo chiama chi dovrebbe seguire il calcio per mestiere). Visto che l’olandese viene percepito come una emanazione dell’allenatore (che lo ritiene un giocatore unico come caratteristiche nel mondo, ma sul piano personale lo frequenta come frequenta Antonini), contro di lui ci si può scatenare al di là della decenza, così come con il poco allineato Kaladze: criticare i resti di Ronaldinho, Shevchenko, del rescisso bronzettiano Emerson, dell’imbarazzante Senderos (tutte operazioni costosissime, le prime due merito di Berlusconi e le altre di Galliani) non si può, non rimane che sfogare la propria ignoranza contro uno che ha vinto quattro Champions League (la prima a 19 anni con Van Gaal) da uomo chiave e che a 33 anni continua ad essere un giocatore indecifrabile per ogni avversario dal momento che la posizione in campo se la trova da solo. Non stiamo parlando di alcuni tifosi ‘puri’, ai quali la buona fede dà in un certo senso diritto all’ignoranza, ma proprio dei giornalisti. Uno dei quali, un insospettabile, al di là delle solite escandescenze in tribuna si è durante Milan-Juventus esibito in insulti all’indirizzo di Seedorf che sarebbero parsi eccessivi ad un affiliato al Ku Klux Klan. Qualcuno intorno ha riso, qualcun altro ha fatto finta di niente, qualcun altro ancora magari avrà riferito a chi di dovere che il ragazzo è ‘uno dei nostri’. Il prossimo workshop marittimo, dove si spiegherà come perdere 70 milioni di euro avendo 500 sponsor ed il pubblico più numeroso d’Italia (quasi 58mila di media), è quindi prenotato. Mentre Seedorf quando va in vacanza l’albergo se lo paga.

Annunci

  1. Ivan:troppo logica la tua logica…:)

  2. Nick, hai ragione tu su tutto. Come sempre…P.s.: personalmente io non so nè dove sei nato nè dove abiti, e lo ignoro (e a sto punto continuo a volerlo ignorare) dal primo post sul Nestiforum.Se poi adesso passa come offensiva ogni battuta (anche corredata di faccina tra l’altro, visto che ho sempre il timore che i miei interlocutori abbiano il senso dell’umorismo di un comodino dell’Ikea) allora mi regolerò di conseguenza per il futuro. Per il momento più che chiederti scusa e incassare il vaffa non posso fare…..

  3. Se posso inserirmi in questa querelle infinita dove nessuno cambierà di mezza virgola la propria opinione… Io non capisco l’acquisto del trentenne Milito (che pare fatto al 99%) che ti costa oltre 20 milioni e vuole 4 ml all’anno con conseguente cessione di AcquaFresca Robert che hai gia dovuto ricomprare dal Cagliari. Poi facendo due conti l’Inter è proprietaria di 8 attaccanti: Ibra, Balotelli, Suazo, Kerlon, Coutinho, Meggiorini, Acquafresca, Biabiany + Mancini e Quaresma volendo. Cosa voglio dire? Molto semplice, ho Balotelli e Acquafresca che son giovani emergenti e costano relativamente poco. Me li tengo e sul mercato punto forte nei ruoli dove sono scoperto, per esempio D’Agostino e Ribery.

  4. Ah ecco. Gli informatori segreti, giusto?Ti ho elencato 60 milioni di euro di cessioni…peccato solo che il colore delle righe di fianco al nero fosse sbagliato.PS: quando sono offensivo io chiedo scusa sempre. SOPRATTUTTO se lo sono involontariamente (e non credo affatto sia questo il caso, intendiamoci). Senza scuse che tornavano buone quando avevo 6 anni. “Non so di cosa stai parlando”, “era una battuta generale”…ma va, va

  5. @”Ripeto per la milionesima volta un concetto di una linearità imbarazzante: se spendi 10 e incassi 10,1 fai bene. E l’Inter fa questo.”No, non lo fa perchè le cifre definitive non sono quelle. Ma non me ne frega più niente, perchè ricominci a giocare con le tre carte.Veramente, basta. Stiamo diventando petulanti come i due vecchietti del Muppet Show.Diciamo che abbiamo fonti e prove differenti e moriremo senza sapere chi ha ragione.La messa è finita, andate in pace…p.s.: quella sull’idioma del paese dei cachi era una battuta generale e non una frecciata personale. Per il resto ritiro “l’offensivissimissimissima” battuta su Emilio Fede e ti chiedo scusa.

  6. Mischiare i piani? Io? Son due giorni che mi tiri in mezzo Maradona e il Milan, Mancini e Quaresma…e IO mischio i piani?Ma quanto sei bravo a chiacchierare…Ripeto per la milionesima volta un concetto di una linearità imbarazzante: se spendi 10 e incassi 10,1 fai bene. E l’Inter fa questo.Quali sono i piani che si mischiano, scusa?Fra l’altro i ragazzi che escono dalla primavera raramente ci escono per raggiunti limiti di età..spesso fra prestiti e cessioni ci escono prima. E del resto Balotelli e Santon, Bonucci e Meggiorini, Biabiany e Fatic sono ancora in età da primavera.Ma che c’entra tutto questo?Seguimi: 10,1 – 10 = +0,1.Chiaro?PS: ti sarà sfuggito, ma a quanto pare tutto il resto l’hai trovato. Basta e avanza quello.

  7. Nick, il discorso vale ma non dal punto di vista economico a quel punto (perchè come ti ho spiegato non puoi nemmeno dire “tirandoli fuori dal vivaio non abbiam dovuto spendere per comprare due nel loro ruolo…”).Dal punto di vista tecnico è un bel risultato (anzi eccezionale) ma non puoi spacciarlo come un merito del vivaio (almeno per Balotelli, ed ho già spiegato perchè. Diciamo che a differenza del Milan sapete fare bene il mercato, vedi Maxwell, Maicon e Cambiasso, ma allora è un altro discorso).Deciditi, o parliamo di economia o parliamo di valore tecnico, o parliamo di viviaio o parliamo di prima squadra, non puoi saltare da un piano all’altro per aver ragione a tutti i costi.Se mi calcoli tutti i ragazzi del settore giovanile non vale (potevi citare Esordienti, Debuttanti e Primi Calci già che c’eri…), io ho parlato dei giocatori Primavera che “ogni anno” escono dal “vivaio” e devono esser piazzati (lo sai che nella Primavera non puoi giocare fino a 25 anni, vero?!…) così come ogni anno migliaia di ragazzi escono dalle Università e non tutti trovano un lavoro consono alla laurea che ripaghi i padri delle spese per gli studi. Soldi buttati via, che tu releghi nella generica definizione di “operazioni minori” (molto minori).Non mi puoi dire che in fondo la Primavera è fatta da 100 giocatori, perchè non è che ogni anno tu vendi 100 giocatori! Il terzino degli Allievi o il mediano della Berretti restano ancora lì! Ogni anno vendi solo chi esce dalla Primavera: quanti sono i ragazzi che compongono la Primavera, cinquanta?!….Poi se vogliamo dire che sei più bravo di me a giocare con le tre carte sono pronto a inchinarmi, solo che mi hai già svuotato le tasche ed io non ho più voglia di giocare…p.s.: ho riletto i miei post, non ho trovato l’insinuazione sul fatto che tu fossi pagato per scriver certe cose. Ma non sapendo contare magari non so nemmeno leggere…..

  8. Ma sei serio? Se non li vendi ti sei portato due giovani in prima squadra, e quindi il risultato è stato anche migliore! O mò il discorso non vale più??Comunque fra allievi e primavera i ragazzi dell’Inter sfiorano (o magari superano, non mi sono mai messo lì a contarli) le cento unità…è un po’ più chiaro ora l’argomento in questione?Me lo dicevi prima ti facevo una panoramica generale, almeno poi per grandi linee sapevi di cosa parlare ed evitavi di sparare nel mucchio.Ti ho coperto 6 anni limitandomi a una decina fra i più “famosi” senza citare tutte le operazioni minori e sorvolando su quelli attualmente di proprietà in giro per l’Italia e per l’Europa. Tanto ti dovevo.E, per inciso, non sono stato io a metterla su certi toni. Le allusioni all’essere stipendiati da qualcuno, le battutine su Emilio Fede e le offese (tentate, che poi non so come hai maturato l’associazione fra me e Roma) sulle origini possono essere ben più pesanti di un vaffanculo.

  9. [mode Calimero: on] Oh, non preoccuparti, tanto Laudi squalifica me, poi arriva Guido Rossi che mi retrocede e dà la vittoria a Nick testimoniando di aver personalmente venduto Siqueira al City per 50 milioni… [mode Calimero: off]

  10. Leo

    Io avevo provato a fischiare fallo di confusione ma non sono Paparesta. Ci vorrebbe Jeremy

  11. Nick, Balotelli e Santon non li vendi (almeno, spero…) quindi “formalmente” non hai monetizzato (e non ammortizzi nè il loro costo nè quello delle costose controfigure a cui hanno tolto il posto).Va bene, la Primavera dell’Inter non ha 18 ragazzi ogni anno ma ne ha 35 (si sa che a Moratti piacciono le rose allargate…) che vengono venduti ognuno a 2 milioni di euro.Se faccio i conti mi sa che ha fatto bene Rimbaud a lasciare la poesia…p.s.: la chiudo con una battuta perchè non mi piacciono i toni sui quali l’hai messa. A posto così. 😉

  12. Ma tu ce l’hai una vaga idea di quanti primavera abbia l’Inter? O pensi sul serio che siano 18?Cioè…lo sai di cosa stiamo parlando, o no?E comunque con Andreolli e Pasquale hai coperto un anno, con Pandev, Potenza e Siqueira ne hai coperto un altro, con Martins e Dellafiore ne hai coperti due, con Balotelli e Santon ne copri tranquillamente almeno altri due…che faccio, continuo?Son qui a fare i conti della serva, altro che il ministro della propaganda…

  13. Nick: @”Quello che dico io -e mi fa piacere che tu lo abbia capito, chè evidentemente non è colpa del mio italiano- è che se spendi 10 milioni e incassi 10,1 hai lavorato bene”Il problema è che l’Inter non ricava 10,1 spendendo 10 e non vende a 2 milioni tutti i suoi primavera: mentendo sulle cifre siamo tutti maghi della finanza. I 100 milioni in 10 anni discendono dai 10 milioni all’anno che hai citato tu: basta avere “qualche nozione di matematica spicciola” (sì, l’Inter ha cominciato questa politica da poco, va bene: facciamo 50 milioni in 5 anni ok?!…posso avere il mio pane nutella come gli altri adesso?!…).Balotelli nella squadra in cui giocava si faceva dare palla dal portiere e andava a segnare nella porta opposta, lo hanno preso loro tra i tanti perchè hanno offerto 4 volte quello che avrebbe speso qualsiasi altra squadra. Ma sono tanti quelli che a 16 anni dominano il proprio campionato così (mai visto giocare Di Napoli o Bogdanov in categoria Allievi?!…) e non puoi pagarli tutti quella cifra perchè poi te ne arriva uno solo in serie A.Comunque mi prendo il vaffanculo e il Santoro dei miei coglioni (anzi, cojoni: ogni repubblica ha la sua lingua), in ogni caso se non volevi iniziare il discorso non lo inziavi.Sei tu che sei venuto qua a fare il Ministro della Propaganda…@Leo: guarda che se hai 50 mila euro di debiti non è che puoi dire che la tua economia domestica “funziona economicamente meglio di altre” solo perchè il tuo vicino di casa di debiti ne ha 100 mila euro.L’Inter non alleva (primo) e il baraccone non funziona economicamente come qualcuno vorrebbe farci credere (e due).Che poi ci sia gente che riesce a fare peggio l’ho detto prima io: il mio discorso comiciava proprio da lì…

  14. Leo, presente…ma su un forum così uno si aspetterebbe qualche briciola di ragionamento diverso da quello imposto dai mediaservi.Ma tant’è.

  15. Leo

    Per togliere l’etichetta di incapaci a tutto lo staff Inter ci vorrà ancora qualche scudetto (presente i mediaservi?), oppure le dimissioni da presidente di Moratti. PS: su Balotelli Corvino ha detto testualmente che non l’ha preso perchè chiedeva una casa; ad oggi da prendere a calci in culo, ma questo esempio per dire che sbilancirsi sui giovani non è facile ed anche quelli ritenuti i più furbi prendono cantonate, come tutti. I dirigenti Inter non son ne più ne meno idioti degli altri

  16. Leo, ma io questa parte del suo discorso l’avevo capita benissimo e gli ho dato ragione sin dall’inizio.L’ho detto anche io che non si “alleva” nessuno o quasi.Più di questo cosa devo fare? Dargli ragione su numeri sparati a caso (fantastici i 100 milioni in 10 anni), assecondare i suoi esempi idioti (i 350mila euro “folli”, Balotelli non conta perchè hai preso Mancini, trovare Balotelli era facile come trovare Pato, tanto per citare i primi che mi vengono in mente), prendermi la sua ironia spicciola (la pubblicità degli Inter Campus, il leggere i giornali) e le sue frecciatine da quattro soldi (Emilio Fede e compagnia) e stare anche zitto?Ma almeno il gusto di un vaffanculo me lo levo, scusa. E gli va anche di lusso.Quello che dico io -e mi fa piacere che tu lo abbia capito, chè evidentemente non è colpa del mio italiano- è che se spendi 10 milioni e incassi 10,1 hai lavorato bene. E questo, semplicemente, è quello che fa il settore giovanile dell’Inter.Senza paragoni con nessuno, senza manie di grandezza, senza niente. Ma anche senza passare per poveracci, incapaci e venditori di fumo.

  17. Leo

    Lo sapevo che si finiva a questi livelli. Dane Nick vuol semplicemente dire che il settore giovanile dell’Inter funziona economicamente meglio di altri settori giovanili. Nick Dane voleva semplicemente controbattere che tale settore giovanile non alleva nessuno, in quanto compra quasi esclusivamente 15-16enni già fatti (come l’Arsenal ma di livello inferiore), e non serve comunque a ripianare soldi buttati in acquisti per gente da non salto di qualità

  18. PS: sì, quei 10 milioni all’anno comprendono tutto. L’ho scritto più volte, Michele Santoro dei miei…

  19. @Cyd, era solo l’esempio più clamoroso. Se invece di venderne uno a 18 ne vendi dieci a 2 non è che cambia il discorso.@Dane, aridaje…e che c’entra Quaresma?Senti caro, mi son rotto il cazzo di tentare di imbastire un discorso serio e poi quasi quasi passare IO per quello che ragiona a senso unico.I numeri te li ho dati, i nomi te li ho fatti e sai benissimo che ne bastano 3 di questi (Martins, Balotelli e Santon) per togliere il dubbio a chi monta catene, ammesso che abbia qualche nozione di matematica spicciola. Addizioni e sottrazioni bastano.E sai benissimo anche (hai gli amici importanti tu, no?) che questa politica non va avanti da 10 anni ma da molto meno.Detto questo, l’Inter butta via i soldi dalla finestra, sono una massa di incompetenti sia economicamente che tecnicamente e sono anche brutti, pelosi e antipatici.Se questo ti fa stare bene, continua pure così.Senza far perdere tempo alla gente, però. Bastava dirlo prima.(E sì che l’avevo detto che il discorso non si doveva iniziare)

  20. Nick, non giocare con le parole scrivendo veline di regime: non ho detto che Balotelli è una perdita, solo che non è un guadagno nell’economia totale del bilancio. Quindi sto magico vivaio non è che ti renda granchè (poi certo, con 120 milioni di rosso a bilancio invece che 138 ti danno la copertina di Capital…).E comunque l’uomo che monta catene ti chiederebbe: 10 milioni all’anno di costi, ma ogni anno riesci a vendere tanti Primavera da incassare 18 milioni?! E quei 10 milioni contemplano anche il costo pagato al grossista per l’acquisto di tutti quei sedicenni pagati uno sproposito?! 10 milioni l’anno fanno 100 in 10 anni: l’Inter negli ultimi dieci anni ha incassato 100 milioni complessivamente dalla vendita di tutti i suoi Primavera?!Senza offesa, ma Emilio Fede è un po’ più bravo di te……….p.s.: quanti Primavera son stati venduti per prender Quaresma?! E quali di grazia?! Nome e prezzo, please…..

  21. @nick: quanti ne hai venduti a 18 mln? Uno, nessuno, centomila? Martins e poi? Ne valeva la pena di allestire sta baracca? Non era più semplice comprare il Ronaldo della situazione direttamente?

  22. In un momento di felicità dico la mia: potete avere torto o ragione entrambi, ma finchè il sistema è questo non conta chi investe meglio, ma chi ha più soldi.SALARY CAP!!!!!!Peace

  23. Cydella, 10 milioni di euro l’anno tondi tondi, checchè ne dica Dane.Puoi aggiungerci tutti i giocatori che vuoi, ma sempre 10 milioni l’anno hai speso. E se uno di questi lo rivendi a 18, ti sei pagato un anno e mezzo di gente come lui.Non è economia aziendale avanzata, è matematica spicciola. Può capirla persino uno che monta catene.Mò anche Balotelli è una perdita secca “perchè hai comprato Mancini”…ma pensa te..poi quello che fa i discorsi a senso unico sarei io…

  24. @dane: neanche qua in UK c’è la luna piena, quindi niente discorsi sul guardalinee stasera.Qual è il costo annuale di 20 ragazzi (limitandoci alla primavera)? Che stipendio ha un primavera? E tutta la baracca per tenere in piedi le giovanili? Quando sento quello che costo io a mio papà in un anno quasi svengo… e mio papà non mi passa neanche uno stipendio.

  25. Nick, una Primavera conta 18 giocatori, ogni anno 18 giocatori terminano l’età per le giovanili e o giocano nell’Inter o vengon messi sul mercato. Moratti è all’Inter da tre lustri, fai 18 per tre lustri e vedi quanti giocatori sono usciti: tutti venduti al prezzo di Martins?!…Però tu vieni qua e citi solo i nomi che han fruttato, mentre le caterve di dilettanti persi per strada non hanno copertina, come se uno calcolasse la differenza reti contando solo i gol segnati: e allora hai stravinto.Poi, la volta che tiri fuori Balotelli non puoi dire che hai risparmiato, perchè gioca nel ruolo per cui è stato pagato Mancini (meno male che non c’è la luna piena, sennò già sentivamo ululare Cydella…).Potenza è stato pagato 2 milioni?! Anni fa pagarono un Allievi 1 milione e mezzo (UNMILIONEEMEZZO!!!), tutto sto casino per 500mila euro?! Me lo dicevi ti mandavo un assegno, tutti a fare i conti in tasca alla Roma mentre dei buchi delle milanesi non si scrive niente.Abbiam capito benissimo che fai un discorso economico, è che menti sulle cifre peggio di Tanzi.p.s.: la battuta mi è stata fatta 3 anni fa al ristorante da “uno a libro paga”. Ricordo benissimo che tu non c’eri, anche perchè in quel periodo per motivi di salute potevo bere solo acqua…..

  26. PS: “per la primavera ha speso quanto per la prima squadra” è una battuta che risale ad anni precisi.Anni nei quali per la prima squadra si spendeva pochissimo (anche meno di 10 milioni di euro, a volte).Anni nei quali arrivavano i vari Julio Cesar, Maicon, Cambiasso, Maxwell e compagnia trionfante.

  27. Tutti bravi, tutti spiritosi, tutti fenomeni, tutti sarcastici.Ci fosse stato uno, fra tante brillanti menti, che avesse capito che sto facendo un discorso prettamente economico.E sì che l’ho scritto a chiare lettere.Potenza sarà pure una pippa, ma sempre 2 milioni ha portato in cassa.Cazzo c’entra Maradona?

  28. da almeno 15 anni l’Inter ha (si dice) una primavera promettentissima, dai tempi di Zanchetta e Conticchio che ispiravano Di Napoli e Marazzina, poi ci sono stati i fratelli Veronese, poi Sinigaglia e Nello Russo (esordio con gol in serie A), poi Miranda Hernandez (uno dei primi stranieri presi da Primavera), Eliakwu nuovo Martins, Andreolli nuovo Bergomi, Slavkovski ecc. ecc.e per tutti questi articoli sul loro brillante futuro già scritto da stelle del pallone (anche un mio compagno di classe al liceo ha avuto un articolo simile sulla Gazza con tanto di foto, adesso vivacchia nei dilettanti)se devo giocare mezzo euro lo scommetto su Obi e forse Daminuta ma quando sento dire che l’anno prossimo Destro sarà la nostra 5° punta io perplimoportano soldi? allora la bravura dei dirigenti è finanziaria, non tecnica

  29. @Nick guarda, ho capito il clima: quelli dell’Inter sono bellissimi, bravissimi e non sbagliano mai. Solo a rileggere molti nomi che hai fatto mi viene da ridere; tutti Maradona, adesso mi segno i nomi e ne riparliamo tra 5 anni: dove cazzo è finito Beati?!… Le cose non stanno come dici tu e i 350 mila euro son stati spesi per tanti carneadi (poi finiti al Milan, ma questa è un’altra storia e io non faccio il mestiere di Jeremy… :-D) e non solo per Balotelli: da qui la mia battuta (che non è mia, ma non posso fare nomi…) “per la Primavera han speso quanto per la prima squadra” (manco il Viareggio fosse la Champions League…).Credi quello che vuoi, io quello che potevo dire l’ho detto, il resto non posso dirlo e me le tengo per me…..p.s.: l’hai già mandato in onda lo spot sugli Inter Campus con “Somewher over the rainbow” di sottofondo?!… :-D@Cydella: sei uno sporco milanista, comnque hai centrato il punto: anche fossero (e non lo sono) come dice Nick le cose, non si tratterebbe di vivaio ma di agenzia interinale. Che è la stessa differenza che c’è tra una maestra elementare e un mercante di schiavi: per carità, bisogna esser bravi e comepetenti per far tutt’e due i mestieri, però almeno chiamiano le cose col loro nome.Il vivaio di Felice e Farina ha costruito la spina dorsale delle Champions del Berlusca, qui stiamo a chiamar vivaio un accolita di mercanti che mettono la percentuale di provvigione sulla merce…

  30. Io non capisco la bravura di quelli dei settori giovanili. Hanno semplicemente a disposizione la Carta Oro e comprano 4257 giovani all’anno. Mi sembra normale che qualcuno di buono ci sia. Fanno quello che faceva il Silvio 20 anni fa, solo che a livello giovanile. Saccheggiano e basta. Non vedo ‘sta grande strategia. Hanno semplicemente i soldi e li spendono come se piovesse.

  31. Dane, io lo so benissimo perchè ringraziando il cielo non ho bisogno dei giornali per informarmi su ciò che mi interessa.Quello che (fingi) di non sapere tu è che non è affatto vero che i costi superano i ricavi: perchè i 350mila€ per Balotelli puoi spenderli per lui e per altri 30 (TRENTA) ragazzi come lui…e ti basta che ne venga fuori uno, un Balotelli appunto, uno su trenta, per far si che i ricavi siano abbondantemente superiori ai costi.Perchè Balotelli già oggi vale decisamente più di 10 milioni di euro.Tutto questo senza considerare che non è affatto vero che si spende quella cifra per chiunque…si spende per Balotelli perchè dà più certezze (relative, parliamo di un sedicenne) degli altri. Ma se lo vai a comprare fuori il sedicenne senza certezze NON lo paghi 350mila€. Non diciamo cazzate.Perchè se è “una follia” (addirittura?) spendere 350mila€ per un sedicenne, allora spendere 4 milioni di euro (Coutinho) cos’è?E spendere VENTIDUE milioni di euro cos’è?Riassumi quello che ti pare, ma “un settore giovanile deve” semplicemente lavorare in attivo, checchè ne dica la tua visione romantica e ideale.E quello dell’Inter, ti faccia comodo o no, lavora in attivo da anni. E di brutto.Capisco la volontà di difendere la propria posizione, ma se arriviamo a sostenere che da una (ipotetica, ipoteticissima…perchè giocatori così te li tieni) cessione di Santon e Balotelli quasi quasi si arriva a malapena a ripianare le spese della loro nidiata siamo già così completamente fuori strada.Se poi consideriamo che a Santon e Balotelli si affiancano Bonucci e Meggiorini, Biabiany e Acquafresca (giocatori sui quali si sta muovendo mezza Serie A, e questo puoi saperlo anche se leggi i giornali) e alcuni innesti praticamente certi nella prossima rosa (c’è solo l’imbarazzo della scelta fra Belec, Khrin, Mei, Caldirola, Obi, Destro e Napoli) beh…costi superiori ai ricavi un gran paio di scatole, se permetti.E, fra l’altro, Martins non è stato affatto un colpo gobbo. Una plusvalenza enorme sicuramente, ma da quella primavera uscirono anche Pandev, Pasquale, Potenza, Rullo, Siqueira, Eliakwu, Dellafiore e chissà chi altro, per entrate complessive superiori ai 30 milioni di euro.Questo senza commentare che trovare il sedicenne in serie C è facile come trovarlo in finale di Intercontinentale.Ma va va…

  32. Nick, a parte che la “scoperta” di Balotelli è quasi come quella di Pato, e poi è un esempio pretestuoso: 350 mila euro per un sedicenne sono una follia, perchè non sai dove arriva!Chiaro che per il valore di Balotelli è una cifra ridicola (ma lo sappiamo adesso…), ma quella cifra l’Inter ha provato a spenderla per altri 10 giocatori ogni anno! E tu non lo sai perchè i giornali non te lo scrivono! E’ questo il punto!Riassumo: un settore giovanile deve crearti una classe media che eviti di far pesare sul bilancio l’acquisto dei Bergomi e dei Costacurta, poi ogni tanto deve riuscire a tirarti fuori anche qualche Maldini (tenendo presente che il talento è un fenomeno naturale che può nascere al Grattosoglio come a Kuala Lumpur: Weah non è certo una medaglia dei vivai liberiani…).Ma questo discorso vale se tu i giocatori li scopri nelle squadrette e li prendi gratis: Evani è un prodotto del vivaio, fece il provino al Milan a 13 anni e dopo due stop al volo l’allenatore che lo visionò disse “questo domenica gioca!” e l’han portato a vincersi una Coppa Intercontinentale. Zenga è un prodotto del vivaio, preso bambino dalla Macallesi e divenuto il miglior portiere al mondo per almeno 5 anni.Ma per la legge delle probabilità per ogni sedicenne da 200 milioni di euro che riesci a portare in serie A ne hai sicuramente comprati altri 50 che si perdono (a parametro zero o quasi) tra la prima categoria e la serie B (già un Martins è un colpo gobbo…).A quel punto il costo di quell’unico ragazzo portato in serie A non riesce ad ammortizzare la “pasturazione” del “compriamo cani e porci”, quindi quel terzino che ti porti in serie A costa l’intero prezzo della nidiata da cui è uscito: a quel punto tanto vale prenderlo fatto e finito a 24 anni. Costa uguale!Che infatti è quello fatto dal Milan, che dovendo dare uno stipendio agli eroi del ciclo d’oro ha man mano smantellato i creatori di Collovati, Baresi, Evani, Galli, Maldini, Costacurta, Albertini, Pessotto, Abbiati e quindi i Flamini e i Senderos se li va a prendere a 24 anni.I costi sono identici e superano i ricavi, però col suo finto vivaio il petroliere signore con l’agenzia d’adozioni fa tanto fumo e passa per romantico……

  33. Axel, se Rivas e Pelè li compri con soldi ricavati dal settore giovanile..sì.Se poi invece di Rivas e Pelè con quei soldi ci compri Ibrahimovic, per esempio (esempio non casuale: Ibrahimovic pagato 24 milioni nella stessa estate in cui alla stessa cifra vennero venduti Martins, Pasquale, Dellafiore e Potenza)..direi che funziona di brutto.E’ inutile fare i finti romantici in un calcio che va avanti tipo juke-box. Il problema è uno solo: quanto spendo ogni anno per il settore giovanile? Quanto ci ricavo? I ricavi sono di più delle spese? Ok, funziona.

  34. ma se il settore giovanile non mi tira fuori nemmeno un Rivas o un Pelè, sicuri che stia facendo un buon lavoro?non chiedo un fenomeno ogni anno ma almeno il 25-26° della rosa sì (e oggi Bolzoni non è manco quello)

  35. Ehm, Dane…stai facendo tutto tu! Fermati! :)Se quel post non fosse rivolto a me risponderei “Nick, sei un pirla…Dane ha perfettamente ragione”.Cioè, non me ne frega niente di magnificare gli allenatori delle giovanili o i preparatori o chi per loro.Quando dico che il settore giovanile dell’inter funziona, intendo proprio il SETTORE…tutto. Dagli osservatori ai “finanziatori”.Perchè Balotelli sarà anche arrivato 6 mesi prima dell’esordio in A, ma qualcuno che l’ha pescato e l’ha pagato 350mila euro (trecentocinquantamila…non so se rendo l’idea) ci sarà pur stato. E quel qualcuno fa parte del settore giovanile dell’Inter.Anche il Milan ha riempito la serie a coi pozzi e i donadel…appunto. E un settore giovanile che a fronte di un investimento annuo di 10 milioni ti garantisce un ritorno COSTANTE (e non frutto del fenomeno che esce una volta ogni 10 anni) come quello dell’Inter…funziona eccome.

  36. Nick, non ci troviamo perchè forse non sei bene informato. Se sapessi i budget di spesa degli ultimi 5 anni morattiani per la campagna acquisti della Primavera ti metteresti le mani nei capelli. E tutto questo per tirar fuori un terzino, perchè Balotelli è arrivato 6 mesi prima che Mancini lo facesse esordire in serie A (a proposito di prodotti pronti per la prima squadra…).Se un giocatore lo compri a 17 anni e lo paghi quanto un gregario di serie A va bene, ma non puoi spacciarlo come un prodotto del vivaio.Se poi vuoi dirmi che l’Inter ottiene “indirettamente” quello che otteneva il Milan del passato (con gli esempi da me citati) perchè tira fuori tanti giovani che poi vende (ma allora anche il Milan ha riempito la serie A coi Pozzi e i Donadel) e così monetizza per comprarsi Ibra allora potrei anche essere più d’accordo, ma non cercare di convincermi che Balotelli arriva in serie A perchè dai 16 ai 17 anni viene toccato dal toccasana della bacchetta magica interista.Se poi vogliamo far passare gli allenatori delle giovanili nerazzurri come dei creatori di talenti perchè in 10 anni han tirato fuori Martins, cadiamo nel ridicolo e nel patetico…p.s.: spendono 3 miliardi per un diciassettenne fatto e finito, poi lo vendono a 4 e pretendono di poter dire “siamo una fucina di campioni”…..ma fatemi il piacere!…allora Abate è un prodotto del vivaio milanista?!…

  37. Beh pensare di fare il vivaio con i ragazzini della Bovisa o di Rozzano è molto romantico. In soldoni mi piacerebbe sapere qual è il budget per il vivaio di ManU, Real, Barca, Arsenal o Lione, per esempio.

  38. Appunto…sono perfettamente d’accordo con te.E’ su quell’ “investendo” che non ci trovavamo tanto con Dane…

  39. Ah ok. Io sono per i vivai come fattore fondamentale, soprattutto per creare la classe media, come dice Dane. Investendo non per vincere il Primavera….

  40. Jerry, perchè si era già parlato una volta con Dane del settore giovanile dell’Inter e…abbiamo visioni un po’ diverse della cosa, diciamo così! :)Lui è legato a un’idea più “romantica” del cosiddetto “vivaio”, io lo vedo come un’emenazione della prima squadra nella quale ci devono essere giocatori giovani, promettenti e che deve tirare fuori elementi validi per giocare a calcio ad alto livello (nella squadra stessa o altrove). Poco importa se stanno nelle giovanili di quella squadra da quando hanno 5 anni o se ci arrivano a 16-17.




Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: