Risatine da embedded

di Stefano Olivari

1. Piccolo spaccato sul Lippi che Rai Uno non vi racconterà mai, forse perchè troppo impegnata ad analizzare gli ‘atteggiamenti animaleschi’ del Dunga di turno (quando invece a fare notizia era il tremendo montone del c.t. brasiliano, simile a quelli taroccati-rubati che vendevano nelle piazzole degli autogrill una ventina di anni fa). Testimonianza di un collega presente martedì notte alla conferenza stampa per tutti: giornalisti italiani, brasiliani e inglesi. Ad un certo punto una cronista inglese osa chiedere: ”Mister Lippi, visto com’è andata la partita si pente di non avere convocato Del Piero e Cassano?”. Comunque la si pensi su Del Piero e Cassano, sarebbero le discussioni di ogni giorno qui da noi. Ma ‘Grazie Marcello’ invece di rispondere anche solo con un semplice ‘no’ guarda la donna con aria schifata, come solo sa fare lui, e rivolgendosi al crocchio dei giornalisti italiani dice: ”E questa sarebbe al stampa inglese? Mah…”. Immaginiamo le risatine ed il darsi di gomito di molti (per fortuna non tutti) inviati campioni del mondo, embedded de’ noantri.
2. Quante volte negli ultimi decenni abbiamo letto del pallone che si sta sgonfiando e del calcio in crisi? Anche senza lo scontato esempio del mercato dell’auto, con gli europei che si sono resi conto (grazie alle minori entrate, non per illuminazione divina) della demenzialità del cambiare macchina ogni anno solo per fare invidia al cognato, non sono molti i settori dell’economia mondiale che nell’ultimo anno siano cresciuti del 6%. Perché con il calcio si potrebbe addirittura guadagnare, senza bisogno di inginocchiarsi di fronte a riciclatori e sceicchi. Lo studio della Deloitte denominato ‘Football Money League’ ha confermato che il Real Madrid è la prima squadra del mondo per fatturato, con 366 milioni di euro tutto compreso incassati nella stagione 2007-2008. Secondo il Manchester United a 325 milioni (ma con aumento maggiore rispetto all’anno precedente, 21% contro il 4 castigliano), terzo il Barcellona a 309 e via scendendo fino al Milan, ottavo e prima italiana con 210 milioni. A sorpresa al secondo posto c’è la Roma con 175, poi l’Inter (173) e la Juventus (168). Ma al di là delle situazioni dei singoli, dipendenti anche dai risultati (di sicuro lo United ha sfruttato gli incassi della Champions League), il numero che colpisce fra i tanti è che i ricavi complessivi dei primi 20 club siano di 3,9 miliardi di euro, il già citato più 6% rispetto all’anno precedente. E’ quindi assurdo che questi club siano per la maggior parte indebitati: rose di dimensioni mostruose e inutili, spesso un numero di dipendenti da ministero, e soprattutto situazioni che non si possono raccontare ma di cui ci si rende conto ogni partita guardando le panchine o la tribuna.
3. Mario Pescante è un po’ scomparso dai radar mediatici (vetta assoluta della sua esistenza l’abbraccio al Nardiello derubato di Seul 1988), anche se non se la passa malissimo: deputato del PdL con annessi e connessi, membro del CIO con annessi e connessi, insegnante di diritto sportivo alla Luiss, presidente di una commissione alla Camera, più varie ed eventuali. Interessante però la sua dichiarazione a RedTv (in sostanza D’Alema Channel, un vero mistero dell’editoria il modo in cui stia in piedi), riguardante una candidatura olimpica dell’Italia: ”La mia risposta è molto tranchant, non siamo pronti. Per molto molto meno sto soffrendo per i Giochi del Mediterraneo, che non sono neanche paragonabili alle Olimpiadi». Non è però chiaro come mai Roma fosse a suo dire pronta nel 1997 (era presidente del CONI quando la capitale andò a Losanna in ballottaggio con Atene per il 2004) e non nel 2009, visto che fra poco ci sarà il nuovo stadio del nuoto e che fra Lazio e Roma qualcosa nel settore dell’impiantistica verrà mosso. Curiosità: Pescante diede la colpa della ‘sconfitta’ agli attacchi italiani (non certo provenienti da Cannavò) a Samaranch e nientemeno che a Mandela, che a suo dire avrebbe fatto convergere i voti africani verso Atene in cambio dell’assicurazione dell’Olimpiade 2008 a Cape Town (e infatti…). Curiosità nella curiosità: nel 1997 si era in pieno primo governo Prodi, adesso è al potere la parte politica di Pescante. Analisi del fantomatico ‘sistema paese’ o dispiacere per qualche trombatura? Più in generale, non ha senso che si rinunci a grandi progetti usando la retorica del ‘non siamo pronti’. Nessuno sarà mai ‘pronto’ se non esiste un obiettivo.
4. Grande successo per lo spot Sakura con protagonista Franco Baresi (a proposito, su eBay vendono il Sakura Fuego a 10 euro) ma soprattutto uno sceneggiatore dello spot assolutamente folle. Ed allora proponiamo un altro cult anni Ottanta: Zoff con l’Olio Cuore. Erede di Nino Castelnuovo e del suo leggendario salto della staccionata (nato per caso, non era previsto dal copione: altro che creativi), il campione del mondo si asteneva dal parlare e lasciava che il senso del tutto fosse dato dalla musica (‘Chariots of Fire’ di Vangelis). Lo spot è del 1983, mentre per la campagna dell’anno dopo fu scelta come testimonial Mariangela Melato, che si presentava come ospite a casa della famiglia Blasi. Sì, proprio quella della oggi smutandata (ma le Iene è diventato un programma per bavosi?) Ilary, che a tre anni fa probabilmente la sua prima apparizione in video. Bravo e agile anche suo padre nel saltare la staccionata. Cose vere, cose anni Ottanta.
stefano@indiscreto.it
(appuntamento a domani, verso mezzogiorno)
Annunci

  1. jeffbuckley

    piccola correzione al post precedente: ovviamente intendevo “… se non avessero figli e mutuo..”

  2. kalz

    Chiaro che in Italia gli ultimi veri “martiri della libertà” ci sono stati più di 60 anni fa. D’altra parte per restare in ambito calcistico ormai c’è una “partita del secolo” alla settimana…

  3. jeffbuckley

    più in generale trovo che davvero l’italia è un paese di servi, con il bisogno dell’uomo forte. da mussolini al berlusca, passando per craxi ma anche per berlinguer o i tanti leader di una stagione della sinistra (beninteso nessuna critica ai nomi che ho fatto in quanto tali, tutti con pregi e difetti) per arrivare, in altri ambiti, ai lippi, moggi e, ina ltri ambiti, mentana del caso. prescindendo dalla vicenda in se, non capisco cosa c’è di scandaloso se qualcuno, in disaccordo con i suoi capi, da le dimissioni; succede ogni giorno a centinaia di persone (e migliaia di altri lo farebbero se avessero figli e mutuo). Parò se lo fanno mentana o bonolis o santoro diventano martiri della libertà e trovano subito servi pronti a spalleggiarli (finchè non trovano un altro contratto con gli stessi padroni, senza battere ciglio).

  4. jeffbuckley

    stefano, ribadisco che non mi interessano i nomi delle vicende puramente gossipare ma spesso anche tu fai allusioni , senza fare nomi, su vicende più strettamente sportive (mercato, rapporti presidenti/allenatori/giocatori etc…). nessun problema comunque, certe cose restano interessanti anche se non personalizzate

  5. Italo Muti

    @clinterEgregio, ho reso spunto da Jeremy che vedeva una possibile entrata in politica di Lippi. Nessun commento, solo una notizia di servizio. Antipatico lo è comunque, lo sarebbe anche se fosse di destra. Per le veline lui è upstair.Italo

  6. Stefano Olivari

    Non siamo a rischio di querela (con la registrazione lo è chi scrive effettivamente le frasi diffamatorie), ma siamo a rischio di caduta delle braccia e non solo. In questa materia non potremo mai battere Gazzetta.it (l’ultimo innammoramento è per la vicenda Pato-fidanzata-madre), quindi non entriamo nemmeno in competizione…

  7. clinter

    Egregio Muti, essendo uno dei ‘tutti’, mi permetto di porle una domanda: la frase ‘Per Lippi tenete conto che in politica è uno di stretta osservanza DS, adesso PD, e per gli scandali, anche lui seguiva da vicino un tronco corporeo da favola cantereccio’ nasconde il sillogismo ‘vicino al PD quindi antipatico e arrogante’ oppure ‘vicino al PD’ quindi si fa le veline’? Così tanto per capire.

  8. zoleddu

    ci provo. luisona corna

  9. dag_nasty

    x Jeff: assolutamente no! Ma che scherziamo… ma chi ha tanto tempo da perdere a querelare anonimi pirloni come noi che scrivono facezie su un blog?Oltretutto manco incitassimo all’odio razziale o alla pedofilia…si parla di banalissime scappatelle sessuali!

  10. Italo Muti

    @Dane hai ragione, consiederiamo anche gli Infinity, ma il problem vero lo trovi quando ti trovi la donna che vuole fare il parcheggio a marcia indietro con un Hummer.Sull’Euro 7, davo solo un aggiornamento, il tuo discorso era chiarissimo, non potevo non capirlo, tanto per parlare alla DI Pietro.@Jeff ti dò un indizio, la soubrette era presente ad un controcampo di qualche anno fa con Lippi intervistato dopo il posticipo. C’era ancora Pistocchi alla moviola e Marcello commentò un fuori gioco dubbio riferendosi al tronco corporeo della giovane cantante. Alla Paul Newman.Il nome non si fa.Italo

  11. Dane

    Sig. Muti, ci sono anche tanti Cayenne e Mercedes anche tra le mamme pigre. Io resto per la frusta, obbligandole a leggere potrebbero suicidarsi o ricorrere ad Amnesty International. Rischiamo una figuraccia tipo Abu Graib o Guantanamo…p.s.: sull’Euro 7 finlandese ha ragione, ma io mi riferivo a quando è partito l’ecoincentivo italiano per l’Euro 4: ai tempi in Finlandia erano ancora “solo” all’Euro 6…..@Jeremy: io sono anche più estremista: per quanto piccola, se la macchina la usi da solo sei comunque di intralcio. E 4 moto (meglio se 4 biciclette) sono più agili di 4 pirla su un auto che non hanno senso se nel bagagliaio hanno uno………..zaino!…

  12. jeffbuckley

    tronco corporeo da favola cantereccio…. minchia nemmeno sulla settimana enigmistica. ma perchè non fate mai i nomi? non che mi interessi il caso specifico, più gossiparo che altro, ma spesso sul muro si leggono allusioni non interpretabili. domanda da profano: se scrivo(faccio un esempio del cavolo, tanto per far capire che è solo un esempio): “si dice che kakà sia distratto dalla valletta brasiliana di controcamopo…” sono a rischio querela? su un blog?

  13. Italo Muti

    @Dane Di solito il Suv della donna imbranata è bmw X5 o una kia Sorento, magari da parcheggiare in retromarcia.La frusta è troppo poco, la pena giusta è fargle leggere un libro a scelta fra i classici, magari Guerra e Pace.Adesso in Finlandia hanno l’Euro7.@tuttiPer Lippi tenete conto che in politica è uno di stretta osservanza DS, adesso PD, e per gli scandali, anche lui seguiva da vicino un tronco corporeo da favola cantereccioSapete com’è, aMontecarlo le cose si vengono a sapere sempre…vero Stefano, compropietario del Jimmy’z…Italo Muti

  14. jeremy

    Dane concordo al 110%. Infatti in un momento come questo dovresti mettere sul mercato macchine piccole, comode (motore piccolo, bagagliaio grande)e ad impatto zero (elettriche e idrogeno, perche anche su GPL e metano ci sono seri dubbi che “sputino aria pulita” come vogliono farci credere). Che poi in città non serva ad un cazzo è un dato di fatto (io stesso la uso solo di notte e per fare la spesa).Dag, domani pomeriggio faccio la spesa con i soci e faro il mio “discorso dal predellino” urlando nel parcheggio sotterreano: “I’m not a criminal”!!! :-)))))))

  15. mario

    1- Ma il problema sarebbe il Marcello borioso, oppure il crocchio di “embedded” leccapiedi?A me sinceramente pare di vedere le stesse scene ogni due giorni alla Pinetina.Che poi , se un giornalista del settore non capisce che non vengono convocati certi giocatori, solo per poterne testare altri, allora e’ giusto che si prendano risposte del genere.2- Quand’e’ che qualcuno capira’ che a certa gente conviene tenere una societa’ sportiva in perenne deficit di bilancio ??

  16. Ivan.fab

    Questo è drammaticamente vicino al Lippi nerazzurro: borioso, arrogante, compiaciuto. Dalla sua ha il girone piuttosto abbordabile, il fatto che i calciatori italiani sentano molto il mondiale e ancora tanto tempo per inserire qualche novità.

  17. dan82

    @ stefanoa proposito del Sakura Fuegoti rimando a questo linkhttp://www.torinointernational.com/spot80/nonsolospot/promo-telereporter-milano-1982.htmlfantastico lo sloganl’orologio da polso perl’uomo di polso…certo che spot80 è una minierad’oro, ci sarebbe da star suquel sito per giornate intere

  18. dag_nasty

    Jeremy: oppure il gesto lo facevi scendendo dall’auto al supermercato acclamato dai tuoi amici a cui hai elargito il passaggio, urlando “I’m not a criminal!!!” buaahhhh

  19. Dane

    @Jeremy: l’Euro4 è una presa per il culo per farto comprare l’auto nuova e vale esattamente come la maiala della pubblicità o l’autoradio di serie: il mondo era meno inquinato quando giravano i motori ad asta e bilancieri che non oggi con tutte le catalitiche del cazzo. Perchè?! Perchè una volta si usavano i motori quando servivano, oggi si inventano i bisogni per poter vendere (e quindi convicnere ad usare…) i motori.E’ un problema di mentalità, come ha suggerito il Direttore per l’uomo medio l’auto è un’appendice fallica (difatti la vogliono più grossa possibile…) ma vale anche per la baldracca che blocca il traffico col suv in doppia fila per accompagnare la figlia a danza a 300 metri da casa!…da prendere a frustate!…p.s.: se poi ci aggiungi che in Italia facevano gli incentivi per l’Euro 4 quando in Germania (senza incentivi) vendevano l’Euro 5 e in Finlandia l’Euro 6…

  20. jeremy

    Dag, ti perdono perche mi sono fatto sotto dal ridere: mi immaginavo sull’aereo a fare il gesto della vittoria con le mani!!! :-))))

  21. dag_nasty

    Taci Nixon che non sei altro! 😉

  22. jeremy

    Mi scriminalizzo pure io: la mia macchina è il taxi serale della mia compagnia e accompagno gli amici anche a fare la spesa (quando la faccio anche io ovviamente…). Una specie di car sharing con autista. Insomma, non sono un criminale!!!!

  23. dag_nasty

    Io ogni tanto mi scriminalizzo dando un passaggio a mia sorella se facciamo gli stessi orari… altrimenti sono perseguibile!

  24. jeremy

    Anche io kalz…

  25. kalz

    Sono un bicriminale 🙂

  26. jeremy

    Il problema è che non c’è innovazione nel prodotto-auto: avere una macchina uguale a quella precedente con la piccola differenza di essere Euro4 Euro5 (se sputi da malato fa piu schifo ma se sputi da sano fa schifo lo stesso…..) non cambia nulla. E in un momento di crisi preferisci tenerti 10000 euro in tasca che sfruttare uno sconto di 3000 (esperienza personale in concessionaria: ladri veri e senza vergogna).

  27. Dane

    Senza contare che quando fallisce una’zineda automobilistica (me ne viene in mente una in particolare…) subito si parla di aiuti di stato, mentre chi confeziona camicie o costruisce lavatrici se lo prende nel culo…p.s.: per il Direttore è un criminale chiunque mangi carne, per me è un criminale anche chiunque salga su un auto da solo…

  28. dag_nasty

    “gli europei si sono resi conto (grazie alle minori entrate, non per illuminazione divina) della demenzialità del cambiare macchina ogni anno solo per fare invidia al cognato”a me è piaciuta parecchio questa. So che vado fuori tema, ma un’economia che si poggia sul produrre sempre più roba superlua per stare in piedi è giusto che crolli. Anche se il nostro benessere deriva da questo. Senza contare l’impatto che quest’industria dell’inutile ha avuto sul pianeta in termini ambientali. Che rabbia.

  29. cuginostivi

    Sono felice che Marcello sia oggi più apprezzato come uomo che come allenatore; molti si sono dovuti ricredere sulle sue qualità morali, questo è indubbio.

  30. jeremy

    Che il Trap batta Lippi sul piano umano 1000 a -100000000 non ci sono dubbi.

  31. zoleddu

    @jeremymi sembra difficile. se neanche le convocazioni a tavolino con la gea e le magagne del piccolo davidino hanno potuto tanto…per quanto mi riguarda preferirei una sconfitta sul campo. magari con uno split screen al 90 esimo con il sorriso beffardo del trap da una parte e la sua faccia di m…a dall’altra. piccole anzi piccolissime soddisfazioni.

  32. Ale

    Pescante diede la colpa della ‘sconfitta’ agli attacchi italiani (non certo provenienti da Cannavò)L’inciso fra parentesi mi ha fatto ridere per 10 minuti. Grande Stefano !!!

  33. jeremy

    Zoleddu, ancora non riesco a spararmi nei coglioni ma se qualche scandaletto ce lo togliesse dagli zebedei prima dei mondiali non mi farebbe per nulla schifo….

  34. jeremy

    Dane, uno cosi manco a volerlo fare ci si riusciva. Ma cosa gli impedisce di entrare nel gotha dei cialtroni ovvero la politica italiana? Me lo chiedo da un po’ perchè mi sembra proprio il suo terreno ideale.

  35. zoleddu

    il bello è che l’umile marcello il giorno prima aveva sentenziato su quanto i calciatori italiani fossero maleducati…chi ha vissuto di intrallazzi (leggi moggi) e protezione (leggi figc) per una vita può anche pensare di essere il padre e comportarsi di conseguenza..dovremo tenercelo fino al 2010 masticando gomme..a me che il trap non ci faccia un bel regalo..

  36. Dane

    Direttore, avendo assistito in TV alla conferenza stampa, mi permetta di precisare quanto detto dal CT.Prima domanda: “Perchè non ha convocato Del Piero e Cassano?!”Risposta: “Questa cos’è?!…la stampa inglese?!…..minchia che livello, oh!…”Seconda domanda: “Perchè contro una squadra come il Brasile ha fatto giocare Pepe e Di Natale?!…”Risposta: “Allora, tu fai il patentino e poi vieni qua tu a fare il CT…”Poi ha aggiunto “sto scherzando, ovviamente…”, certo…




Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: