Il sonno di Verdasco

di Marco Lombardo

Fernando Verdasco non è uno che da piccolo abbia fatto molta fatica: papà ricco, due campi da tennis nella villa di casa a Madrid, un allenatore personale fin da quando aveva 8 anni. E poi vestiti alla moda, look da playboy del sabato sera e perfino un naso rifatto per essere ancora più appetibile. Insomma, sembrava tutto tranne che un tennista, anche se qualche risultato l’aveva ottenuto. Ma a 25 anni sarebbe diventato uno spagnolo di passaggio se un giorno, in Argentina, folgorato sulla via della coppa Davis, Verdasco non avesse improvvisamente deciso di fare sul serio: è successo – lo scorso novembre – che la Spagna orfana di Nadal andasse a vincere in trasferta l’Insalatiera e che Fernando – trovatosi improvvisamente protagonista della sfida – risultasse decisivo: «È stato il giorno che mi ha cambiato la vita». Buttati via i panni di Tony Manero del 2000, Verdasco si è rifugiato a Las Vegas per passare le vacanze di Natale a casa Agassi, il suo idolo. Il quale – prima di partire con la moglie Steffi Graf per le vacanze sulla neve – lo ha lasciato alle prese del suo vecchio preparatore atletico Gil Reyes, non prima di avergli dato qualche consiglio: «Mi ha detto come devo allenarmi, a quali tornei devo puntare, in quali settimane è meglio caricare il lavoro». In pratica gli ha spiegato come diventare un tennista vero. Così a quel punto da playboy ecco che Verdasco decide di fare sul serio: molla la fidanzata Ana Ivanovic – la più bella del tennis – per evitare di distrarsi,vince il torneo di Brisbane e adesso, dopo aver eliminato il francese Tsonga, è arrivato in semifinale degli Australian Open dove se la vedrà con il numero 1 Nadal: «Lo so che è difficile, quasi impossibile. Ma mi sento di poter battere chiunque: adesso non mi pongo più limiti». L’unico, forse, è quello di andare a letto presto la sera.
marcopietro.lombardo@ilgiornale.it
(per gentile concessione dell’autore, fonte: Il Giornale.it)
Annunci

  1. jeremy

    Zoleddu, cazziomba. Quel passo mi era sfuggito. E sai che a ripensarci hai ragione tu: il/la collega avra i suoi impegni, ma magari te lo/la ritrovi sempre negli stessi tornei (i piu importanti). Magari invece un esterno/a non ce l’hai sempre in mezzo ai piedi. Insomma: sono in crisi esistenziale adesso e ho bisogno di sentire la mia ragazza!!! :-D(P0)

  2. zoleddu

    beh geremia dal post si evince il contrario. e cioè che una delle cause che ha portato verdasco al top è aver lasciato la bella ana..oltre a essersi preparato fisicamente un mesetto come si deve..

  3. mie top 5 del tennis 1)kirilenko2)woczniaki3)ivanovic4)vaidisova5)pennetta

  4. jeremy

    Beh se i risultati sono questi, credo proprio di si!! Anzi meglio una collega (spesso figa quanto e piu di una modella/attrice/soubrette) che ha i suoi impegni, cosi da non rompersi le scatole a vicenda.

  5. zoleddu

    caz si è rifatto il naso? ma quando mai..tristezza. cmq la domanda a questo punto sorge spontanea: può un tennista prof. “bastonare” con una collega particolarmente avvenente e allo stesso tempo allenarsi come si deve?

  6. jeremy

    Ah ecco Drspot, vedo che ti sei pentito….:-)))

  7. DrSpot

    ti odio dane

  8. Dane

    Ragazzi non scherziamo, che la Ivanovic vale 10 volte quella stampella con la parrucca della Sharapova…p.s.: forse DrSpot s’è confuso con la Jankovic……

  9. jeremy

    Drspot, secondo me ci vede benissimo….Riguardati qualche foto su internet e poi pentiti: non sara la piu bella per te ma rientra tranquillamente tra le top. Complimenti a Verdasco

  10. DrSpot

    Ana Ivanovic – la più bella del tennissi vabbe’ ora mi faccio pure raccontare il tennis da un giornalista cieco.




Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: