Il Muro del Calcio

Dopo i successi e gli insuccessi della Settimana Sportiva ripartiamo da qui, con le solite regole. Che poi sarebbero solo due: automoderazione e qualcosa di interessante, almeno nelle intenzioni, da dire su calcio e dintorni. Volgarità e frasi diffamatorie hanno rappresentato sempre una percentuale davvero minima degli interventi su questo sito, ma può essere utile ricordare che con la registrazione a Google costituiscono un rischio soprattutto per gli autori. Di seguito gli interventi più recenti, mentre per trovare tutti gli altri del novembre 2008 basta cliccare qui.

Annunci

  1. aaahhhhh Nick mi hai fatto venire in mente l'Henry fatto giocare in fascia da Ancelotti alla Juve, rabbrividisco ancora… non un grande esempio di "ala grande"!

  2. Scusate, sono il solo a trovare SCANDALOSE le parole di Cannavaro su Santon?Ma quanto c'è da cadere in basso ancora?A che punto vogliamo arrivare?O meglio, a che punto vogliamo tornare?Che schifo.

  3. nick: mi puoi citare altri giocatori di 1,90 per 90 kg fatti giocare esterni di centrocampo?Non so…Henry (188×83)? Anelka (183×83)? Iaquinta (191×84)? Cristiano Ronaldo (185×80)?

  4. @ Dane: TSO è una sigla (sigla te lo sottolineo perchè tu in post in cui si parlava telefilm americani avevi mostrato il tuo apprezzamento per esse) e sta per Trattamento Sanitario Obbligatorio, si fa ai malati mentali o a chi comunque manifesta disturbi psichici.

  5. Vi, scusa se "tradisco le mie origini popolari", ma TSO cosa sarebbe?!…

  6. Smuzz, infatti se Rolando Bianchi giocasse nella Juve sarebbe un papabile per l'azzurro…Per quanto riguarda Gilardino il discorso secondo me è doppio.Colpe sue: seconda stagione al Milan. Il Milan si presenta con 4 attaccanti che se non ricordo male erano Ronaldo, Inzaghi, Pato e Gilardino. Gilardino preoccupato ha paura di restare in panchina e quindi chiede "garanzie" alla società. Ora, la "concorrenza" che non fa dormire Gilardino consta di un ex-Fenomeno che sta assieme con lo scotch, una vecchia volpe coi denti sempre più consumati che passa metà stagione chiuso nella tana a leccarsi le ferite, e un pulcino imberbe di cui niente si sa al di fuori del fatto che per motivi di leggi anagrafiche romperà il guscio solo compiuti 18 anni e quindi con l'anno (solare) nuovo.Ora, in una situazione di questo tipo io mi aspetto che "il centravanti della nazionale" sia pronto a sbranare tutto e tutti e, una volta conquistato il posto, a non mollarlo più. Non che chieda "garanzie" alla società!…Questo per quanto riguarda la personalità, poi c'è il discorso sull'intelligenza: perchè non ricevendo garanzie dalla società che lo invita a conquistarsi il posto cosa fa?! Chiede di esser ceduto, e a chi?! All'Inter. ALL'INTER!!!!!…..Colpe non sue: Io sono il solito visionario che studia i mondi paralleli come dice Transumante, però in più di una partita del Milan ho notato questo. Gilardino abbandonato in avanti, nessuno lo serve e palloni giocabili non gli arrivano (è risaputo che giocatori ruvidi come Seedorf, Pirlo, Kakà faticano a costruire un'azione…). I portatori di palla avanzano a testa alta ma non si decidono mai a dar via sta palla in verticale e la ruminano sulla trequarti, al che Gilardino arretra per aprirsi un po' di spazi e per toccare finalmente un pallone: sulla trequarti, spalle alla porta, giusto per toccare un pallone e servirlo al compagno sulla fascia o restituirlo all'indietro. Commento degli ascari in servizio permamente effettivo: "Sì, ma Gilardino non combina mai nulla, fa solo le sponde per i compagni…"Metà del secondo tempo, Gilardino sostituito esce fischiato dal pubblico ed entra Inzaghi. Prima azione, scatto di Inzaghi e portatore di palla che lo serve subito nel corridoio centrale con palla che atterra ad un passo dal dischetto.Commento degli ascari in servizio permamente effettivo: "Eh, certo che il sacro furore di Inzaghi è tutta un'altra cosa, ha il gol nel sangue…"Massì, sbattiamo fuori di casa i bamboccioni…..

  7. Vi

    ma quanto era scarso Rui Costa? molto poco. tecnicamente era di livello assoluto, fisicamente era ben messo, mentalmente era da TSO. mai visto un giocatore cambiare approccio tante volte nel corso della stessa partita a seconda dell'esito della singola giocata. era uno che al primo errore si spaventava e si metteva a passare la palla a 5 metri, pur avendo i mezzi per fare quello che voleva. giocatore non da grande, ma scarso nemmeno per sbaglio.

  8. Le curiosità non sono mai di scarso interesse. Comunque Rui Costa forse lo era un giocatore di classe e i dubbi su quello che avrebbe potuto dare o forse la sua capacità di farsi amare magari hanno motivato i commenti agiografici al suo addio.Insomma Clinter, fattene una ragione, continui a seguire i media italiani ma non hai ancora imparato un cazzo: qualsiasi giocatore passi dal Milan è un fuoriclasse…

  9. quoto il paragone Borriello-Rolando Bianchi, tra l'altro non lo trovo offensivo per nessuno dei due.ogni volta mi stupisco del fatto che qui si parli in continuazione di Gourcouff genio incompreso impallinato da mediaservi e vecchia guardia (sarà così, io non lo so) e invece Gilardino rimane una mezza pippa. Per lui la stessa scusa non vale? Anche perché non è che abbia "fallito" in 50 squadre, solo al milan è andato male (36 gol in 3 anni). I rigori poi: o ne ha battuti 40 al Parma oppure.. ma di chi si sta parlando?Amauri: io farei un pacchetto con lui e camoranesi dentro e li manderei a giocare per il Kazakhstan, però c'è da dire che di punte così forti sia fisicamente che tecnicamente a me non ne vengono in mente, di "italiani" intendo, anche perché su Balotelli sono del partito "ancora tutto da dimostrare", ruolo compreso.

  10. Mah! Avevo, infatti, espresso il dubbio che potessi ricordare male.Comunque quando se ne andò i servizi televisivi erano abbastanza agiografici(se non sbaglio aggettivo) e sicuramente era raccontato come giocatore di classe. Me lo ricordo, perchè mi aveva stupito. Comunque era solo una curiosità; argomento di scarso interesse, tutto sommato.

  11. Clinter, al di fatto che si può anche esser fuoriclasse male utilizzati (Baresi era e rimaneva un fuoriclasse anche quando Bearzot lo faceva giocare, male, da mediano…) io non ricordo onestamente tutta questa ammirazione da parte dei milanisti per Rui Costa al di là dell'affetto (compassione?!…) per una bravissima ed educatissima persona dal carattere un po' malinconico che faticava ad imporsi. Ma soprattutto non ricordo che sia mai stato definito fuoriclasse dopo averlo visto all'opera a Milano la prima stagione…

  12. '… unito al fatto che Rui Costa non avesse personalità, scatto breve e fantasia ha impedito che Rui Costa si imponesse al Milan come numero 10…' Concordo, Cydella pure, e sicuramente altri. Ma allora, perchè viene dipinto come un fuoriclasse? Posso capire gli amici fiorentini, che almeno gli han visto fare qualche partita decente, ma i milanisti che motivo hanno mai avuto di rimpiangerlo.In quel Milan era, al massimo, una buona riserva. O mi ricordo male io?

  13. @dane: avevo notato l'errore (orrore?!), ma già ti devo correggere per le idee calcistiche, se poi mi ci metto pure con l'italiano…

  14. @Muro: cioè, io scrivo "ha tutto l'interesse ha valorizzare" e nessuno mi dice niente?!…@Ayron: tranquillo, era puro svago anche per me e cercavo di chiuderla con una "patta". Però se mi dici che Ancelotti lo paragonò a Cerezo, a sto punto chiedo la vittoria a tavolino… :-D@Poli: il tipo d'intervento non è molto dissimile ai tre di Menez contro la Juve (da brividi quello su De Ceglie…) o quello di Gattuso su Sneijder (ma lì è tutta colpa di Leonardo…). Siam sempre lì, ci si basa sempre sul risultato…@Cydella: ottima memoria, io Franco e il marito della colf di mia madre eravamo gli unici a dire chi e cosa fosse Kakà quando gli altri parlavano di "promessa".Per quanto riguarda Rui Costa secondo me ha scontato un equivoco tattico. Rui Costa era un cursore di qualità, pensando al Brasile dell'82 era insomma più il Cerezo citato da Ayron che non Zico, più un Bulgarelli che non un Rivera, più un numero 8 che non un 10.Non credo sia un caso infatti che le uniche due partite da 7 in pagella giocate nel Milan siano quelle due in cui occasionalmente venne schierato nella posizione di Seedorf, con Pirlo al suo fianco e Kakà dietro le punte (ed anche nella Fiorentina la stagione migliore la fece con Malesani come centrale nel 3-4-3: non un trequartista, insomma…).Questo, unito al fatto che Rui Costa non avesse personalità, scatto breve e fantasia ha impedito che Rui Costa si imponesse al Milan come numero 10…

  15. Quando arrivò Kakà, tutti dicevano che avrebbe fatto la riserva di Rui Costa perchè il portoghese faceva gli assist (se giochi con Sheva e Inzaghi che segnano sono assist, sennò quali assist?!). Franco Rossi disse "ma quale Rui Costa e assist?! Questo va in porta da solo, senza bisogno di assist!!!" e questo avvenne.Ps: ma quanto era scarso Rui Costa? Centrocampista offensivo (?!) da 1 goal a biennio… Più che far girare la squadra, faceva girare altro…

  16. Dane, guarda che il discorso sugli esordi di Kakà era puro svago, nessuna intenzione di trasformarla in un noioso batti e ribatti e tutto il diritto per te di chiuderla come e quando vuoi. Dato che la mia memoria è assai peggiore della tua, sulle fanfare del suo arrivo ho già fatto marcia indietro, rimango tuttavia convinto che aldilà delle intenzioni iniziali di chi non lo aveva mai visto giocare (sempre dal libro di Ancelotti: ai giornalisti che gli chiedeva com'era questo giovane promettente in arrivo dal Brasile, Carletto, non avendone la più pallida idea, diceva che era il nuovo Cerezo… kakà non la prese benissimo!) conquistò praticamente da subito il posto di titolare. Ma tant'è, il senso del tuo discorso rimane comprensibilissimo, quindi chiudiamola qui con un bel chissenefrega!Transumante: letto in queste ultimissime pagine del forum che Gilardino è tecnicamente scarso, scoordinato, non sa stoppare il pallone e che tolti i rigori e le goleade della sua squadra è un cannoniere da 10 gol a stagione, di Amauri che ha bisogno di almeno 4-5 occasioni per concretizzarne una (sempre e comunque associato al fatto che è brasiliano, non italiano). Di Borriello penso che prima di Genoa ha avuto una carriera molto deludente, sarà per sfiducia, sarà per gli infortuni, sarà per la f… dopo quella stagione ha acquisito la giusta cattiveria e determinazione per fare il lavoro di centravanti di peso e lo stava dimostrando anche nel Milan prima di sprofondare in un buco nero. in questo ritengo sia attualmente migliore di tutti gli altri anche senza avere una carriera alle spalle.Poli: da vedersi bruttissimo, ho sentito male per lui, eppure ha ragione Transumante, alla fine per valutare una scorrettezza di gioco ci si basa più sull'effetto che neanche sull'intervento in sè. Il che non è proprio corretto. Avesse strisciato il parastinco nessuno l'avrebbe mai degnato di uno sguardo.

  17. nick: mi puoi citare altri giocatori di 1,90 per 90 kg fatti giocare esterni di centrocampo? Mi spieghi cosa vuoi che faccia da lì? Saltare 3 uomini e andare in porta? Mettere un cross per le torri eto'o e milito? Accentrarsi in velocità come fanno ribery e iniesta, che sono la metà di lui? Il suo ruolo è: "più vicino possibile alla porta"Ayron: amauri e gilardino hanno fatto vedere molto di più di borriello. Come detto , riconosco le sue doti, ma per ora ha fatto solo una stagione alla grande, come rolando bianchi, che giocasse nel genoa farebbe 20 gol in pantofole (e quest anno arriverà a 30 in b) Poli: visto l'intervento. Come per gli spari di capodanno, è punito solo chi colpisce qualcuno, ma i coglioni sono migliaia. Di certi interventi ce ne sono ogni partita 4-5, che per fortuna non recano danno. Giusto dargli una pesante squalifica, ma punirei anche i seriali (perchè materazzi non ha preso 3 giornate dopo il bari?)

  18. @Nick: il ruolo di un giocatore lo si vede anche dalle caratteristiche, anche se in quel ruolo non ci ha mai giocato (Panucci cominciò da centrale, ma si vedeva che nel grande calcio avrebbe potuto fare solo il terzino). Balotelli quando ha giocato ha sempre mostrato una freddezza incredibile davanti alla porta (diciassettenni che spiazzano di piatto il portiere all'esordio non ne ricordo tantissimi…), fisico per affrontare le difese avversarie e per difendere il pallone, rapidità d'esecuzione nelle giocate, bravura nel far da sponda per i compagni.Quindi, prima o seconda punta che sia queste sono tutte caratteristiche importanti là davanti e sicuramente sprecate sulla fascia o indietro.Per questo ho fatto l'esempio di Ronaldo, che nel Barça faceva la punta centrale per ricevere i lanci di Figo, Guardiola e De La Pena, nell'Inter faceva l'unica punta per lanciarsi in contropiede e nel Brasile faceva la seconda punta ma per sfruttare le sponde di Romario non per far gli assist ad esso.Perchè un conto è fare l'attaccante esterno nel 3-4-3 di Zac, dove l'attaccante esterno deve partire lateralmente per accentrarsi e andare in porta (Sheva partiva quasi da terzino, ma correva a segnare valanghe di gol…), e un conto è fare il tornante.In conclusione, prima o seconda punta non mi interessa ma si usi Balotelli per mandarlo in porta, non per fare il Quaresma…

  19. @Ayron: guarda, ho già detto che ho una buona memoria sulla sostanza ma non sui particolari, poi dopo che Pizzigoni mi ha sverniciato su Leonardo (verrà al famosa partita Redazione-Forumisti, oh se verrà…) non ho più certezze.Quindi, visto che tanto non ci troveremo mai a meno di non rivedersi l'intero campionato, cerco di chiuderla. Può darsi che la storia di Kakà sia cominciata prima di quell'e-mail inviata al portiere dell'Empoli e può darsi che abbia giocato più minuti di quanto io ricordi. Ma sull'accoglienza ricevuta nel quadro tattico del Milan sono sicurissimo di quanto dico. Nè fanfare, nè posto fisso, nè ruolo definito…..Quindi il mio "aneddoto romanzato" sull'entrata in campo ad Empoli se non è vero è comunque verosimile e in ogni caso rende l'idea del mio discorso… ;-)@Cydella: io non ho giocato in serie A ma credo di poterti rispondere: male, malissimo. Ti dirò di più, non sono nemmeno d'accordo con chi dice che Balotelli dovrebbe andare in prestito. L'esempio tipico è Borriello (così rispondo anche a Transumante, che ha una visione "protestante" della carriera di un calciatore, mentre io conservo una visione più "cattolica"…).Borriello per anni è andato in prestito, con risultati altalenanti (benino ad Empoli, ma parliamo dell'Empoli…), poi solo nell'anno di Genova è esploso, perchè?!… Secondo me perchè a Genova era in comproprietà.Quando un giovane infatti va in prestito, alla squadra che lo riceve non interessa più di tanto mettere il giovane nelle condizioni migliori: "se mostra il suo talento e ci aiuta bene, se no fuori dalle balle che noi dobbiamo pensare alla salvezza e tanto questo l'anno prossimo se ne va…Ben diverso è il discorso della comproprietà, dove la squadra che riceve il giocatore in prestito ha tutto l'interesse ha valorizzare il giocatore e a metterlo nelel condiizoni migliori per farlo rendere per poi farsi strapagare la propria metà.E' quanto successo anche ad Adriano a Parma, non una regola fissa ma secondo me pesa.Borriello (lo racconta lui stesso) ha ricevuto da Preziosi e dallo staff una considerazione che non aveva mai ricevuto prima.Secondo me l'anno scorso quando si è visto che con Pato e Borriello al posto di Dinho, Sheva, Inzaghi, etc. il Milan andava meglio era il momento per il grande salto per Borriello (che non è un fneomeno, a in quel ruolo di meglio non c'è granchè…), gli infortuni l'han frenato e adesso è daccapo.Se Balotelli andasse in prestito, siamo sicuri che la società ricevente si preoccuperebbe di sostenere Balotelli e limarne gli spigoli invece che limitarsi a vedere se vince le partite da solo se no alla prima mattana fuori squadra?!…Per me Balotelli o lo sostieni all'Inter, oppure se lo dai via converrebbe una comproprietà con Preziosi o Lotito, che "usurai" quali sono di certo cercherebbero di valorizzare il tesoretto al meglio (per poi fartelo strapagare certo, non per motivi filantropici, comunque….)…

  20. Argomento diverso spero già non citato: avete visto l'incidente "di gioco" a quel giocatore polacco durante una partita del campionato belga? C'è il link anche sul corriere.Che opinione avete sul tipo di pena da far scontare al giocatore avversario? Gli hanno dato dieci giornate…Io ho giocato a calcio (come credo quasi tutti qui), un intervento del genere è fuori da ogni giustificazione, c'era la volontà di far male pochi ca***, immagino non a quel modo ma c'era l'intenzione.Per me per cose così eclatanti minimo 6-8 mesi di squalifica, minimo…

  21. Dane non fare il furbo! a parte il fatto che non ho la minima idea di chi sia Steve Kerr, Kakà faceva parte del quintetto base, altro che giocare solo 1/4.A proposito di Borriello, così rispondo anche a Transumante: certo che se ripetesse la stagione di Genoa con la maglia del Milan sarebbe la prima punta della nazionale, ma visto che lì si è fermato per quella specie di infortunio-barzelletta, non vi pare che i 20 gol con i grifoni non gli abbiano dato una briciola di credito? anche Sculli e Palladino sembrano forti in quel contesto, ma alla fine i gol pesanti chi li faceva? E poi Milito messo nelle sue stesse condizioni non si è forse conquistato la maglia dell'Inter?Ora io non voglio fare l'avvocato di Borriello, tanto più che oltre agli ascari di Inzaghi comincerà anche a voler giocare Huntelaar immagino, quindi il campo rischia di rivederlo tra mesi, non esattamente una vetrina esaltante, eppure a me sembra che anche oggi come oggi sia la migliore (diciamo meno peggio?) delle possibilità per la nazionale di Lippi.Meglio di Toni che non si regge in piedi, meglio di Gilardino che non è capace di contendere ai difensori avversari un lancio lungo per non parlare di come se la fà sotto quando il pallone gli arriva casualmente tra i piedi, meglio di Amauri che non è italiano e non mi sembra goleador migliore, meglio di Inzaghi che non può giocare certo 2 partite ravvicinate, meglio di Balotelli che ha dimostrato ancora meno.

  22. Questa storia di Balotelli è fantastica: a sentire una grandissima parte dei commentatori (non solo di questo muro) è l'unico giocatore al mondo il cui ruolo è uno in cui non ha MAI giocato.Secondo i commentatori, fra l'altro, e non secondo lui.

  23. Mi sembra di aver letto 200 post nei quali si dice che ai giovani di talento bisogna concedere una serie di occasioni per valutarli. Ecco, che si faccia lo stesso con Balotelli: un tot di partite da punta nel 4-3-1-2 e non con Quaresma e Mancini, magari fuori ruolo, in partite che non contano niente con "schemi" improvvisati.Ps: penso che qualcuno qui abbia giocato a calcio. Come ci si sente quando un allenatore ti manda dentro a risultato definito e/o sempre fuori ruolo?

  24. di Davids arrivato all'inter ricordo distintamente che la primissima cosa che notai fu la clamorosa differenza di massa muscolare rispetto al periodo juventino. Per capirci, un percorso alla Vialli, ma al contrario (più difficile, a meno che un giocatore non sia lungamente infortunato). Poi uno pensa che giocava nella Juve di Agricola, poi uno pensa che Davids fu pure pescato positivo al doping (io ricordo nandrolone, ma magari sbaglio), diciamo che qualche pensierino sarà pure lecito…

  25. beh a 32 anni un giocatore prevalentemente fisico può semplicemente essere scoppiato, altri esempi sono Vieri, Batistuta, anche Crespo (durato fino all'estate 2007), forse lo stesso Gattuso

  26. @Dane, d'accordissimo…anche perchè dire che ha fatto bene "solo all'Ajax e alla Juve" significa comunque coprire 10 anni di carriera, ma d'altra parte al Barça è arrivato a 31 anni, non a 40. Insomma, il tarlo resta.Gli ultimi giudizi su Diego e Sneijder sono sicuramente più equilibrati (e in linea con quello che penso io). Di Sneijder non so bene, ma Diego ha sicuramente il grande difetto della continuità…lo aveva fino ad oggi, almeno.

  27. transumante: sottoscrivo su diego e sneijder, è ciò che ho sintetizzato io prima dicendo che il primo è un fantasista (anche un pò sopravvalutato) e il secondo una mezzala (di ottimo valore, non un super comunque)….

  28. Scusate, sono le solite banalità, ma di grazia perchè mai borriello dovrebbe godere di tutta sta considerazione?Arriva al milan da ragazzino, ha delle doti oggettive notevoli, ma va bè ci sta essere un po' emarginato. Comunque, mi pare che poi abbia fallito in diverse realtà di provincia, prima di arrivare al genoa, dove ha fatto bene in un contesto particolare, in cui le punte sono esaltate, e pure sculli e palladino sembrano forti. Ora potrà sicuramente fare bene, glielo auguro, ma prima di dargli le chiavi della nazionale (tanto ormai è un postribolo, toni, amauri, ecc) non sarebbe il caso di vedergli fare qualcosina di più?La miglior prima punta del campionato, se appena si regge in piedi, è tuttora inzaghi. Per un torneo come il mondiale potrebbe ancora essere ben più utile di tutti i perticoni messi insieme.Diego/Snejder: giocatori diversissimi. Diego è un solista, che gioca una partita tutta sua. Se la squadra lo asseconda, la porta lontano, ma non lontanissimo. Snejder è un giocatore di sistema, lampard style. Un buon miglioramento rispetto muntari o sanetti, ma se la barca affonda non puoi certo rivolgerti a lui

  29. @Nick: 1) se mi citi anche tu Vieira significa che mi hai capito e son contento. Sul resto ora che mi hai messo la pulce nell'orecchio qualche dubbio me lo fai venire, però le cose vanno anche contestualizzate: al Barça e all'Inter Davids arrivò ormai a fine carriera (già alla Juve non era più intoccabile), cosa avrebbe potuto dare?! Sennò è come dire che Wierchowood ha fatto bene solo in provincia mentre alla Juve e al Milan ha fallito…..2) Ok, equivoco chiarito, avendo scritto nello stesso post di Davids pensavo di riferissi a me. Il che mi aveva stupito, visto che sull'argomento ho detto che Diego mi pare più geniale ma Sneijder alla lunga più utile, quindi più Savicevic vs Boban più che Maradona contro Morfeo. E parlo di caratteristiche, non di valore… ;-)3) Tanto Davids ormai sta all'estero quindi anche noi come le grandi firme cialtrone siamo querela-free… 😀

  30. @Dane e tutti1) il discorso generale sul Davids della situazione (vale lo stesso per Vieira, per cambiare nome) lo quoto in pieno. Nel caso specifico vedo un giocatore che, a parte un Ajax in cui fa bene chiunque, ha fatto benissimo solo alla Juve (quella Juve) e ha fallito invece al Milan, all'Inter, al Barcellona e, trentaduenne, al Tottenham.2) che Sneijder e Diego possa averli visti giocare chiunque lo so….non sono mica due ragazzi del Fluminense. Io intendevo proprio nello specifico quante volte li avesse visti giocare CHI ha scritto certe cose qui (non ricordo i nomi ma sicuramente fra questi non c'eri tu, Dane).Il discorso sulle potenzialità mi vede d'accordo fino a un certo punto (tra i due ci sono 6 mesi di differenza, non 10 anni), ma a sentire i giudizi in giro sembra di confrontare Maradona e Morfeo.3) Dane, aspetto la censura. Sennò via libera per tutti! 🙂

  31. Ayron, Gourcuff innamorato di sè stesso detto dal protettore di Seedorf mi fa morir dal ridere. Borriello deve ripetere la stagione fatta col Genoa nel Milan. A quel punto la maglia da titolare non gliela leva nessuno, ma finchè segna col Genoa e si infortuna col Milan (oppure sta in panchina: nel derby non gli han dato un solo pallone giocabile, e adesso gli ascari di Inzaghi si son già messi in moto…) la nazionale la vedrà col binocolo.Di certo l'Ancelotti campione del mondo di ricadute non gli ha fatto un buon servizio mandandolo in campo ancora convalescente…..p.s.: non vorrei sbagliare ma credo che Steve Kerr vantasse lo stesso numero di presenze nei Chicago Bulls di Michael Jordan. Solo che uno giocava 1/4 e l'altro almeno 3… 😉

  32. @Nick: Può darsi che Davids facesse in campo il Gattuso più il Seedorf (i polmoni del primo, i piedi del secondo) solo per merito del doping (ma giocò da Dio anche la finale contro la Juve, massacrando Di Livio e Deschamps) e che solo per questo sia diventato il più forte mediano degli ultimi 30 anni, ma la mia valutazione era sulle opportnità date al giocatore.Nel Milan giocava ogni tanto e venne preso come sostituto di Donadoni. Mi chiedo, ma l'han mai visto giocare prima?! Vero che giocava a sinistra (senza incarichi di scender sulla fascia) nell'Ajax, ma a sinistra nel 3-4-3 di Van Gaal che è più o meno il ruolo di Gattuso a destra nel Milan di Ancelotti.Così facendo al Milan rese poco e venne venduto per due bruscolini.La Juve invece lo prese per fare l'esterno di sinistra nel 4-4-2 che però in partita poi diventava 3-4-1-2 perchè Torricelli saliva a centrocampo sulla sinistra e Davids si accentrava andando a fare il mediano per coprire Zidane che saliva dietro le punte.In sostanza: il Milan prese un mediano e lo vendette dopo avergli dato poche ossibilità come ala sinsitra, al Juve un mediano cercava e un median comprò per farlo giocare da mediano.In tutto questo non so cosa c'entri la provocazione (ho creato dei mostri!…) "discreto giocatore drogato come un cavallo" (qui fra un po' si torna al "senza Moggi l'Inter avrebbe vinto 10 scudetti e 5 Champions")…..Su Diego e Sneijder io ho parlato di "sensazioni", in ogni caso i due giocano a livello internazionale (e non nel senso di Josè Mari…) da anni (io ricordo anche il Diego seconda punta alla Baggio nel Santos con Robinho…). Non è che parliamo di due terzini di Kuala Lumpur…p.s.: sulla classe media ti sbagli: "se uno è bravo alla fine in nazionale ci arriva per forza". Comunque se il Direttore non censura il tuo post, significa che vale proprio tutto… :-D@Enzima: sarebbe più o meno un progetto all'Azeglio Vicini, impensabile nell'Itaglia di oggi…p.s.: la G è voluta…@Leo: tu pensa che proprio negli ultimi anni il capellismo sta andando alla deriva, con la riscoperta dei fantasisti brevilinei che saltino l'uomo e col proprio dinamismo mettano in difficoltà i marcantoni della difesa: Sneijder, Messi, Diego, Modric, Rakitic, Bojan, Aguero…..ma 5-6 anni fa ci saremmo mai potuti permettere di discutere di sta gente?!…

  33. Galaxie, Dane: la maggioranza vince! si vede che le trombe suonavano solo nella mia testa… però, ecco, io ricordo un Kakà titolare e decisivo sin da subito con i malumori tutti per Rui Costa.Dane, la mia memoria sui particolari invece arriva fino a questa mattina, massimo ieri sera, perciò così come per il citato gol di Empoli, mi affido al web per trovare conferme a ciò che mi sembra di ricordare: nella sua prima stagione (2003-2004) le presenza di Kakà furono 30 in campionato e 10 in Champions, insomma io a fare il vice Seedorf non ricordo proprio di averlo mai visto. Gourcuff: la risposta alla tua domanda è scontata, come numero 10 mai, eppure qualcosa di buono lo fece vedere ugualmente, almeno inizialmente. A tal proposito riporto anche quanto scritto da Ancelotti nel libro suo/di Alciato (sotto l'ombrellone leggo Ancelotti, non Dostojevski, che ci volete fare…): un ragazzo strano, innamorato di sè stesso, tutto quello che faceva lo faceva per specchiarsi nella sua bravura. Insomma, aldilà di tutti i discorsi su società e mammasantissimi, se l'allenatore è il primo a non vederti c'è poco da fare.Ripeto la domanda fatta nel post precedente e caduta in sordina: perchè Borriello è così al di fuori del giro nazionale? vedo che anche nei commenti del muro non viene visto da nessuno, eppure non mi sembra inferiore ai Gilardino, Pazzini, Balotelli, Toni…

  34. gareth, concordo sulla fragilità del centrocampo, sono i primi nomi venuti di getto, solo per dare un'idea di una squadra con un pò di aria fresca e che abbia potenzialità per giocare a calcio…evidentemente i giocatori non mancano, semmai la volontà di prenderne atto…non ho considerato gli oriundi, che certo ci starebbero più che bene (T. Motta e Amauri al posto di marchisio e gilardino), solo per non avvelenarmi ancora col ct che considera solo quelli con alcune maglier…

  35. No che non sarebbe uno scandalo, magari rischierebbe di essere un po' fragilina a centrocampo (De Rossi, D'Agostino e Marchisio o peggio ancora Aquilani a supportare tre attaccanti può essere un rischio, a quel punto forse è davvero meglio Thiago Motta come terzo centrocampista), però potrebbe fare la sua dignitosa figura.

  36. ma una nazionale così sarebbe uno scandalo? buffon; motta, bocchetti, chiellini, criscito ; de rossi, d'agostino (o pirlo se gli azzeccano la cura ricostituente…), marchisio (o aquilani); g. rossi, cassano, gilardino (o pazzini …o balotelli, se si vuole puntare forte).

  37. nick, il paragone diego-sneijder non ci sta perchè, come ho detto, sono due giocatori diversi, per ruolo: il primo una mezzapunta, il secondo una mezzala. semmai, si può discutere sul loro valore assoluto e sulla funzionalità rispetto alla squadra in cui giocano (su cui mi sono espresso già…)….quanto poi all'averli visti, beh! non è che siano due esordienti…solo l'anno scorso, anche per i meno attenti, diego, col werder, lo si è visto in tutte le salse: in champions (anche contro l'inter, con cui non mi pare abbia fatto mirabilie, giocando, e qui lancio la provocazione, più alla jimenez che alla maradona, visto che c'è chi ha bestemmiato…) in uefa (!), in nazionale no invece, visto che non se lo filano…mentre sneijder gioca a livello internazionale da anni (>ajax, real e nazionale)…non bisogna dunque essere talent scout per vederlo…

  38. Leo

    Nick la spiegazione di Lippi è quella del detto e ridetto club Italia, la nostra, sulla classe media, sono i soliti favorini (vedasi, già detto, l'es Marchionni, che per quanto mi riguarda può anche diventare titolare e farci vincere il mondiale, ma allora perchè non chiamarlo quando faceva davvero il viceCamoranesi?). Il caso Cassano è purtroppo da comiche. Non siamo più negli anni '90 quando potevamo lasciare a casa i Mancini.Su Diego/Sneyder io sono uno di quelli che pende dalla parte dello juventino, ma sinceramente il mio giudizio si basa soprattutto sulle potenzialità. Per quanto fatto finora in carriera Sneyder è avati, per le potenzialità secondo me Diego è superiore di una spanna. Poi sarà il campionato a decidere.

  39. Dimenticavo…1)Davids?! Inquieto centellinato fuori ruolo nel Milan; scelto, protetto e sostenuto alla Juve.Discreto giocatore, diventa un fenomeno solo alla Juve dove finisce drogato come un cavallo.2) mi piacerebbe sapere chi disserta sul paragone Diego/Sneijder quante partite ha visto dei due, visto che certamente il giudizio non si basa sui numeri.Poi le opinioni vanno bene tutte, per carità…ma almeno aspettare più di due partite…

  40. Esagero io, gareth. Le convocazioni di Liippi sono ributtanti, e non da oggi.Il problema non è nei "fenomeni" (a casa non ne restano, bontà sua che si porta Rossi, almeno) ma della classe media.Premesso che restano fuori comunque degli ottimi giocatori come Cassano ("non mi sta antipatico ma rispettate la mia scelta"??? L'avessi spiegata una volta nella tua vita, questa geniale "scelta") e Balotelli (e vabbè, ha 19 anni e non gioca nell'Inter, che si può pretendere?) andiamoci a guardare la "classe media" che resta fuori.A cominciare dall'oriundo Thiago Motta (vuole limitare gli oriundi, ha detto. Però Amauri lo aspetta a ginocchioni e Camoranesi è titolare fisso) per passare all'epurato Barzagli (campione di Germania…lo sapiiamo tutti perchè non è in nazionale, vero?) e arrivare ai vari Bocchetti, Motta, Santacroce, Moretti, Cigarini e chissà quanti altri ne dimentico.Non dei fenomeni, ma ne vedete di migliori fra i convocati?E stendiamo un velo pietoso sulle convocazioni, poi, con la recente perla di D'Agostino lasciato a casa e Marchionni portato su.Pepe cos'è, l'amante della figlia?Che schifo.

  41. Leo

    Concordo con Clinter, in un girone del genere dovremmo qualificarci sempre. Siamo uno dei paesi con più tesserati quindi non qualificarci a un mondiale equivale a dieci mondiali di atletica di fila senza una finale raggiunta, per rendere l'idea. Il problema sarà dopo. Per quanto riguarda il discorso sui vivai scarsi o meno, io non vorrei che sia una questione di selezione del fisico da giovani. Faccio un esempio: lasciando stare Baggio o magari Del Piero, un Morfeo, attualmente col suo fisico verrebbe preso in considerazione dai vivai delle squadre importanti? Così si rischia di escludere totalmente la classe medio buona, a favore di pertiche che se hai fortuna magari diventano fenomeni, ma nel maggiore dei casi a 18 anni ancora non sanno stoppare un pallone, sebbene sappiano tutto di tattica (interessante riportare anche l'esempio di Giovinco, al quale tutti rimproverano di non avere il fisico, ma nessuno rimprovera di non avere in realtà una tecnica poi così superiore ad altri che sopperiscono con il fisico)Tutto questo per dire, siamo sicuri che ai giovani si insegna ancora calcio? Non si starà guardando troppo al fisico e poco alla tecnica?

  42. clinterse non andiamo ai mondiali la imputiamo al massaggiatore la colpa?..

  43. Gareth, se Donati finalmente si impone in una grande, poi vi manca solo di riprendervi Cassano per puntare alla Champions…

  44. Clinter, lasciare a casa Cassano è una bestemmia calcistica, il contesto che descrivi (con il tasso tecnico del nostro calcio ridotto ai minimi) è un'aggravante. Nel 1982 gli interisti (e non solo) facevano casino per la mancata convocazione di Beccalossi, ma l'alternativa era Antognoni. Oggi l'alternativa a Cassano chi è, Marchionni? Pepe? E 'sti cazzi! Poi a parte il fatto che qualche giovane più bravo degli attuali Zambrotta, Cannavaro etc. ci sarebbe anche (ad esempio Motta e Santacroce, due nomi a caso), a me non piace la logica cui certe scelte sembrano sottostare, e mi fermo qui perché non voglio esagerare. In fondo stiamo pur sempre parlando di un allenatore che in carriera ha centrato gli obiettivi preposti in tutte le squadre nelle quali ha operato (Inter compresa).

  45. @Clinter: pensavo che l'ironia stesse solo nel "due firme storiche del muro" che sembrava tradire il sarcastico intento di dare un'accezione di autorevolezza all'aggettivo "storiche". :-DA parte gli scherzi, stai tranquillo: ironia compresa, apprezzata e ricambiata. 😉 @Peo: si son dimenticati di dire che l'Ajax (Sneijder viene da lì, no?!…) è una squadra di ebrei, già letta in passato…

  46. Gareth, la qualificazione, secondo me, è scontata; se arriviamo dietro l'Irlanda, giusto non andare ai mondiali. Se succedesse però, non credo che si possa imputare a Lippi. Sono il primo a criticare la non convocazione di Cassano, ma non può dipendere da questo fatto una eventuale eliminazione. A parte il barese, non è che restano a casa dei fenomeni. Balotelli, per ora, è più una suggestione, Giovinco non gioca manco di sguincio nella Juve. Io li porterei, per cominciare ad inserirli, ma non è scandaloso che stiano a casa. Il problema è che il tasso tecnico medio degli azzurri si va depauperando. Vuoi per ragioni anagrafiche e di usura, vuoi per sostanziale mancanza di ricambi all'altezza. capirne i motivi è come cercare di capire se è nato prima l'uovo o la gallina. La squadra che ha primeggiato negli ultimi 3 anni è fatta quasi totalmente da stranieri perchè i giovani italiani sono pippe o i giovani italiani sono pippe perchè si ricorre troppo agli stranieri?Dane, il mio mi ripugna voleva essere scherzoso ed ironico, imparero ad usare i due punti, trattino, parentesi.

  47. Peo

    piccolo time-out nella discussione per segnalare (rubrica "Dolenti Note", sul Guerin) la piccola perla (parlando di Sneijder): "da secoli, gli olandesi rinnovano una reputazione da mercenari, non sentimentali". M'inchino a cotanta grazia.

  48. @enzima10: speriamo di pagare questo scotto ai Mondiali, perchè vorrà dire che almeno ci saremo arrivati. Ma secondo voi, la qualificazione di questa banda di bolliti è proprio così scontata? Sempre che Lippi non ritorni in tempo a Canossa… o meglio al suo anagramma.

  49. Ayron, hai ragione: ho voluto stravincere, perchè avendo a che fare con certa gente tocca usare esempi forti per non lasciare appigli (vedi commento alla prestazione di Maicon nel derby).Io le perplessità su Kakà le ricordo benissimo (come ricordo quelle su Davids e Zidane. Memorabile una grande firma su Vieira: "per me è un trequartista: non vince un contrasto…"), al di là della battuta di Moggi, se l'Emilio Fede del calcio si premuniva di chiarire che "è un giovane per il futuro, doveva arrivare l'anno prossimo ma han dovuto anticipare per evitare il furto da parte del Chelsea". Gli squilli di tromba a cui ti riferisci non li ricordo assolutamente, mentre li ricordo per Pato.Ho una pessima memoria sui particolari (Empoli, Modena, boh…), ma ottima nella sostanza: i buoni mezzi si videro subito, ma l'allenatore insisteva nell'alternarlo nel posto di Seedorf (alla prima giornata erano quasi tutti infortunati o fuori forma mentre lui arrivava dal campionato in corsa, a proposito di turn-over…) perchè come numeri 10 riteneva di esser coperto.Ricordo benissimo i commenti perplessi sul fatto che non avesse nerbo, passo, senso tattico, etc…"Sopravvisse" nel girone d'andata, amato dai tifosi per il gol del derby (di testa, non un suo colpo consueto, come chiarì subito un altro ascaro), e lasciando intravvedere il potenziale. Poi da Empoli in poi fece capire che il titolare era lui e vinse uno scudetto quasi da solo.Domanda: Gourcuff non è Kakà ci mancherebbe, ma quante e quali partite ha giocato nel Milan in qualità di numero 10 dietro due punte a formazione titolare schierata in una partita ufficiale con risultato in palio?!…




Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: